Domenica 26 Marzo 2017

Due talentuose voci del teatro contemporaneo, Chiara Guidi ed Ermanna Montanari, si uniscono per il Romaeuropa Festival in uno spettacolo che meglio potrebbe definirsi uno studio, una ricerca, una distensione dell'anima che cattura i sensi

 

“Il Teatro è la messa in atto di una visione, una visione che tuttavia non è mai definitiva”. Sono le parole dell'attrice Chiara Guidi della Socìetas Raffaello Sanzio. Parte fondamentale del suo percorso è la voce, o meglio l'esigenza di afferrarne il suono interno. “Il teatro è un atto vocale”. E’ Ermanna Montanari, l'anima del Teatro delle Albe, una sorta di figura eterea e misteriosa. Insieme sono Poco lontano da qui. Due sensibilità artistiche che si sono incontrate e fuse in un estenuante lavoro di ricerca: Nina (personaggio de Il Gabbiano di Cechov) e una donna soldato. Difficile dargli un nome, una ragion d'essere; arduo anche cogliere i significati simbolici degli oggetti di cui si servono in scena. Una tanica d'inchiostro/petrolio è rovesciata sul corpo del gabbiano che muore a terra forse schiacciato dal peso delle parole, che diventano poi lame affilate, un pericolo che si nasconde in ogni angolo dell'esistenza. Un'interpretazione, una suggestione o una logica?

Non c'è intreccio, non c'è un leitmotiv, ma una visone creata intorno ad una lettera di Rosa Luxemburg, in cui traspare un amore incondizionato della donna verso l'intera natura che tenta di abbracciare e stringere a sé, e la contestazione della stessa da parte di un certo Frau von X-Y pubblicate da Karl Klaus nella sua rivista. La lettera vera, agognata per tutto il tempo dalle smanie di sapere del gabbiano, compare solo verso la fine quando il suono della voce di Ermanna Montanari irrompe e butta giù la quarta parete; si rivolge al pubblico in sala affinché ascoltino la parole dalla Luxemburg attraverso di lei. Forse un modo per coinvolgere finalmente gli astanti. Una pièce che meglio potrebbe definirsi uno studio, una ricerca, una distensione dell'anima e della voce, un lavoro necessario ma non per noi. Il piacere della visione teatrale è racchiuso tutto nel loro talento, drammatico e ironico, nell'uso che ne fanno della voce, ora eco, ora fantasma, ora sussurrata, ora afasica, ora distesa, ora criptica e altalenante; nel fascino della commistione tra astratto e concreto.

Quando le luci si spengono il plauso della platea è totale, inquietanti gli sguardi, ognuno cerca nell'altro una ragione per la quale sta applaudendo, per la quale un qualcosa di così lontano da noi sia riuscito senza che ce ne accorgessimo a catturare i nostri sensi. Il teatro si è fatto schermo per trasmettere un'opera di arte contemporanea. Per comprenderla a fondo bisognerebbe possedere spiccata sensibilità e soprattutto conoscere il percorso delle due creatrici. Non si potrebbe apprezzare di certo una ghigliottina di Louise Bourgeois senza conoscere lei, il suono della sua voce, la sua storia e la sua anima artistica. 

Pubblicato in Arti Performative
Domenica, 09 Marzo 2014 22:59

In Rete. I fantasmi di San Berillo

Catania, quertiere di San Berillo, storico mercato della prostituzione dimenticato e raccontato a più di dieci anni della sua morte da Edoardo Morabito.

Pubblicato in Cinema
Domenica, 09 Marzo 2014 19:22

In Rete. Apolitics Now!

Tragicommedia di una campagna elettorale, un sottotitolo perfetto per il documentario di Giuseppe Schillaci presentato online grazie all'Italian Films UK.

Pubblicato in Cinema
Domenica, 09 Marzo 2014 19:14

In Rete. EU013, l'Ultima Frontiera

Al concorso online dell'Italian Films UK Alessio Genovese e Raffaella Cosentino portano il loro documentario sulla tragedia dei CIE: Centri di Identificazione ed Espulsione.

Pubblicato in Cinema
Venerdì, 17 Gennaio 2014 14:36

Doc Salerno. Costa da Morte

La Costa da Morte, un'affascinante terra ritratta con ammirazione dal giovane documentarista Lois Patiño al suo lungometraggio presentato il 17 Gennario a Doc Salerno.

Pubblicato in Cinema
Domenica, 12 Gennaio 2014 11:36

#CinqueStelle. Un anno in pellicola

Il 2013 in pellicola riassunto in cinque buoni motivi a cinque stelle. Selezione di Vincenzo De Divitiis.

Pubblicato in Cinema
Sabato, 11 Gennaio 2014 13:10

#CinqueStelle. Un anno in pellicola

Il 2013 in pellicola riassunto in cinque buoni motivi a cinque stelle. Selezione di Pasquale Parisi.

Pubblicato in Cinema
Venerdì, 10 Gennaio 2014 19:13

#CinqueStelle. Un anno in pellicola

Il 2013 in pellicola riassunto in cinque buoni motivi a cinque stelle. Selezione di Cristina Lucarelli.

Pubblicato in Cinema
Venerdì, 10 Gennaio 2014 12:14

In Sala. Capitan Harlock

Il regista Shinji Aramaki affronta il leggendario Capitan Harlock di Leiji Matsumoto con una prospettiva esterna ed efficace.

Pubblicato in Cinema
Mercoledì, 08 Gennaio 2014 16:51

Vetrina. "Per il nostro bene"

"La nuova guerra di liberazione: viaggio nell'Italia dei beni confiscati". Con Alessandra Coppola e Ilaria Ramoni. 

Pubblicato in Libri
Pagina 1 di 41

Prossimi Eventi

Marzo 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31