Musica

“Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro”: Ivan Talarico in concerto al Teatro Vascello di Roma

Redazione

Il Teatro Vascello ospita il progetto FILETTI DI SGOMBRO, prodotto da 369gradi sotto la direzione artistica di Valeria Orani e ideato insieme agli artisti di SGOMBRO, il varietà del Nuovo Cinema Palazzo che riunisce la nuova scena comica e artistica romana.

La minirassegna si sviluppa su tre appuntamenti e l’inaugurazione è affidata a Ivan Talarico, cantautore e poeta, che il 21 gennaio, alle ore 21, nella sala grande del Vascello, presenta “Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro”. Nella serata Ivan canta a perdifiato, suona, duetta con gli ospiti, chiacchiera, presenta pezzi inediti e brani del suo repertorio in un discorso che spazia tra la paura dei mocassini, la morte come forma ideale di meditazione, l’amore prima dell’amore, l’escatologia del pesce in scatola. Argomenti che in questo concerto diventano canzoni ricche di giochi di parole, paradossi, sentimenti profondi e vocalizzi incomprensibili.

 

IVAN TALARICO

Nato sul lago di Como nell’81, cresciuto nella presila catanzarese, Ivan Talarico vive a Roma, in cerca di una via di mezzo. Nel ‘99 fonda la compagnia DoppioSenso Unico assieme a Luca Ruocco, con cui scrive e mette in scena cinque spettacoli teatrali. Capisce che è un errore impegnarsi nel teatro, ma diabolicamente persevera. I successi sono episodici ed economicamente comici. Per sopravvivere si impegna quindi in tanti lavori diversi e quando non ci riesce muore per brevi periodi. Scrive prolissamente brevi racconti e poesie, raccolti in due libri pubblicati da Gorilla Sapiens Edizioni. Suona chitarre e pianoforti senza esserne veramente padrone, convinto che sia necessario non saper suonare bene almeno due strumenti. Scrive canzoni che non lo rendono famoso, ma lo portano a vincere il premio per il Miglior Testo a Musicultura 2015, a essere chiamato come ospite al Premio Tenco 2016, in un apprezzato intervento all’Edicola Fiore di Fiorello e a suonare in giro per l’Italia. Spinto da Claudio Morici, col quale collabora in reading e spettacoli, scrive le canzoni onomatopeiche, che lo portano ad essere popolare tra gli incompresi.

La morte apparente ne ha agevolato l’impalpabile successo. [www.ivantalarico.it]

 

Prossimi appuntamenti

DANIELE PARISI 25 FEBBRAIO 2018 * Euhoè! Prima nazionale

CLAUDIO MORICI 30 E 31 MARZO 2018  * 46 tentativi di lettera a mio figlio Prima nazionale

 

TEATRO VASCELLO Via Giacinto Carini 78 Cap 00152 Monteverde Roma

www.teatrovascello.it  info e biglietti  06 5881021 – 06 5898031

 



Una selezione delle notizie, delle recensioni, degli eventi da scenecontemporanee, direttamente sulla tua email. Iscriviti alla newsletter.

Autorizzo il trattamento dei dati personali Iscriviti